Consegna del Tricolore ai ragazzi di 3^ media

Consegna del Tricolore agli studenti di 3^ Media delle scuole di San Giorgio di Nogaro.

Sabato 27 maggio 2017 siamo stati nella scuola secondaria di primo grado di San Giorgio di Nogaro.

 

Dopo aver fatto l'alzabandiera e cantato assieme ai ragazzi l'Inno di Mameli all'esterno, abbiamo raggiunto l'auditorium. Con noi erano presenti i rappresentanti della Guardia di Finanza, della Capitaneria di Porto, le autorità regionali, comunali e... i veri protagonisti della giornata, ovvero gli studenti delle classi terze.

A loro abbiamo consegnato la storia del tricolore e la bandiera italiana.

Nella nostra introduzione abbiamo riportato alle giovani generazioni le emozioni provate in particolari eventi quando, per noi, il tricolore ha assunto un significato pregnante.

 

Abbiamo così ricordato l'Adunata Nazionale di Asiago quando sull'Ortigara, ove, nella Prima Guerra, sono morte migliaia di persone e dove si erge la colonna mozza, simbolo delle migliaia di vite spezzate – sulla quale è incisa la dicitura “per non dimenticare”; lì era presente la Bandiera di Guerra del 7° Reggimento e l'entrata nello schieramento ha risvegliato le emozioni di molti nel ricordo di quello che accadde 100 anni fa. 

ANA San Giorgio - Consegna del tricolore terza media 2017
ANA San Giorgio - Consegna del tricolore terza media 2017

Successivamente abbiamo spiegato ai giovani il rispetto del tricolore che si esplica anche quando durante il terremoto in Abruzzo nel 2009, il rito dell'alzabandiera e dell'ammainabandiera era seguito non solo dagli alpini che gestivano il campo sfollati ma anche dalla popolazione.

 

Per non dimenticare l'iniziativa "in trincea con gli alpini" grazie alla quale, la Sezione di Palmanova, ha organizzato un campo di ripristino delle trincee della Grande Guerra nella zona di Redipuglia; lì, i ragazzi del Malignani di Cervignano hanno lavorato alacremente ripristinando oltre 30 metri di manufatti; lì i ragazzi hanno fatto l'alzabandiera, prima con un certo scetticismo e poi mettendosi una mano nel cuore e rispettando questo momento. Più di ogni parola vale quanto ha pronunciato il dirigente scolastico Durì "Vi ho mandato una classe di ragazzi vivaci e voi mi restituite un plotone di soldatini disciplinati".

Nel ricordare poi la data di costituzione degli alpini e dell'ANA, abbiamo spiegato ai ragazzi il valore della solidarietà dell'ANA nel 2015: oltre 5 milioni di € donati alla comunità e oltre 2 milioni di ore destinate alla solidarietà, praticamente pari a 6.000 anni/uomo!

 

Sempre all'insegna del tricolore e dei valori dello stato, abbiamo "salutato" i nostri sangiorgini prossimi alla partenza per gli scenari esteri, Riccardo a Herat in Afghanistan e Nicola a Mosul in Iraq. 

Nel chiudere l'appuntamento e dopo gli interventi del vicesindaco Daniele Salvador, del Vice Presidente del Consiglio Regionale Paride Cargnelutti e del Consigliere ANA di zona Massimo Zanutta, abbiamo fatto un grosso in bocca al lupo per gli esami ricordando come questi rappresentino una delle sfide della vita che si presenteranno in futuro sia nel lavoro che nella vita civile ed abbiamo loro ricordato come queste sfide debbano essere affrontate con il sorriso e non rinviate.

 

Alla fine, altre 72 tricolori sono stati consegnati (e in questi dieci anni di tradizione, sono state regalate oltre 700 bandiere!) nella speranza possano essere esposti sia in occasione delle ricorrenze nazionali sia per gli eventi sportivi della nostra nazionale!

Scrivi commento

Commenti: 0